Italian Italian English English Arabic Arabic
Search

Law-Firm News

LAW FIRM - STUDIO LEGALE PAOLO SPATARO > Law-Firm News (Page 438)

In tema di redditometro la prova liberatoria del contribuente non è tipizzata

La prova che deve fornire il contribuente in ipotesi di maggiore capacità contributiva accertata con metodo sintetico non è tipizzata. Ne consegue che la prova può essere data con qualsiasi mezzo idoneo a dimostrare la provenienza non reddituale dell'elemento valutato. Il contribuente può portare a proprio favore anche disinvestimenti e cessioni di fabbricati.  
...

Continue reading

Sequestro preventivo: vietato per somme oltre il triplo della pensione sociale

Il sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente non può essere eseguito su somme corrispondenti al triplo della pensione sociale giacente sul conto corrente del destinatario della misura, allorquando sia certo che tali somme sono riconducibili ad emolumenti corrisposti nell’ambito del rapporto di lavoro o d’impiego.  
...

Continue reading

Effetti della gravidanza insorta durante il periodo di preavviso: nullità del recesso o sospensione della sua efficacia?

Il divieto di licenziare una donna in stato di gravidanza sancito dall’art. 54 d.lgs. n. 151/2001 si riferisce al momento in cui il recesso è stato intimato e si è perfezionato e non al momento di produzione dei suoi effetti. Dunque, la gravidanza sopravvenuta durante il periodo di preavviso non costituisce causa di nullità del licenziamento per violazione del predetto art. 54 d.lgs. n. 151/2001 ma determina la sospensione del periodo di preavviso e, dunque, posticipa gli effetti dello stesso e, cioè, la definitiva cessazione del rapporto di lavoro e di tutte le obbligazioni ad esso connesse.  
...

Continue reading

Come si determina la durata delle pene accessorie alla condanna per bancarotta dopo la Corte Costituzionale?

La regola dettata dall’art. 37 c.p. diventa una dei criteri per la determinazione della durata delle pene accessorie alla bancarotta. Ma non l’unico, in ossequio ai principi di proporzionalità e individualizzazione del trattamento sanzionatorio, nei quali si estrinseca la ratio decidendi della scelta manipolativa operata dalla Corte Costituzionale. Occorre infatti consentire al giudice, nel rispetto del principio di proporzionalità, di determinare con valutazione caso per caso disgiunta da quella che presiede alla commisurazione della pena detentiva, la durata delle pene accessorie anche sulla base dei parametri di cui all’art. 133 c.p..  
...

Continue reading